Siti contaminati necessità, rischi ed opportunità nella regione della Terra dei Fuochi

Sanitary Environmental Engineering Division (SEED) in collaborazione con RemTech presenta il seminario Siti contaminati necessità, rischi ed opportunità nella regione della Terra dei Fuochi l’11 settembre 2014 presso l’Aula delle Lauree della Facoltà di Ingegneria – Università degli Studi di Salerno – Fisciano (SA), promosso dall’Università di Salerno.

Sanitary Environmental Engineering Division (SEED) in collaborazione con RemTech presenta il seminario Siti contaminati necessità, rischi ed opportunità nella regione della Terra dei Fuochi l’11 settembre 2014 presso l’Aula delle Lauree della Facoltà di Ingegneria – Università degli Studi di Salerno – Fisciano (SA), promosso dall’Università di Salerno.

La drammatica evidenza delle condizioni di rischio sanitario ambientale conseguente all’estensivo smaltimento illegale di rifiuti nella Terra dei Fuochi ha
aumentato l’attenzione sulle necessità di intervento sulle aree contaminate nell’intero territorio campano.

I ritardi nell’attuazione di azioni per la bonifica sono conseguenti alla cronica carenza di risorse economiche, destinate in Regione Campania  prevalentemente ad affrontare le emergenze di gestione dei rifiuti.

Tale condizione rende indispensabile un approccio proattivo della comunità tecnica e scientifica e dell’articolato sistema istituzionale indirizzato a contribuire alla soluzione dei problemi.

L’iniziativa, promossa dall’Università degli Studi di Salerno in collaborazione con RemTech, ha lo scopo di discutere le principali difficoltà nei diversi ambiti operativi e di presentare lo stato normativo, tecnico ed attuativo di interventi di bonifica necessari.

La partecipazione è gratuita ma subordinata a regolare iscrizione. Le iscrizioni saranno accettate sino al 10 settembre 2014, salvo esaurimento dei posti disponibili, previa trasmissione della scheda d’iscrizione via mail (seed@unisa.it) o fax (089-96.9620) alla segreteria organizzativa.

Ulteriori dettagli sull’iniziativa e sulle modalità di iscrizione sono disponibili sul sito www.seed.unisa.it.

You may also like...

Iscriviti alla Newsletter!

Iscriviti per non perdere le news di Nonsoloambiente!